lunedì 16 ottobre 2017

Matrici Edoardo Bianchi Milano

Grazie alla preziosa e graditissima collaborazione di Mario Cionfoli, dal suo "MUSEO BICICLERIA - ITALIAN R STYLE CYCLE" a VICENZA, ecco fotografie di matrici e cliches della Bianchi usati a scopo pubblicitario e come modello, per strutturare e confezionare le decalcomanie, di varie epoche dagli anni '20 agli anni '50
facebook.com/Bicicleria












domenica 1 ottobre 2017

Bianchi S 1928

Grazie a Stefano, che condivide le fotografie e ci presenta, dopo restauro conservativo, questa pregiata bicicletta Bianchi mod. S del 1928, rara per completezza e condizoni di conservazione.
Questo modello su ruote 28 3/8 (700 A) a 36 fori, con classici parafanghi a schiena d'asino, non porta il copricatena e monta pedali in ferro a sega originali Bianchi: guarnitura e mozzo posteriore non hanno lo spostamento per il montaggio del copricatena; sella in cuoio a riccioli, manopole e manopolini in corno, ruota libera marcata Bianchi e copertoni Olmo fondo di magazzino; ottima la conservazione della nichelatura sulle "parti bianche" ovvero i componenti non verniciati all'origine, come manubrio, pedivelle, cerchi, mozzi, pedali e parte della freneria; gruppo luce Bosch.













Solitamente non pubblico annunci di vendita, ma in questo caso per me prevale il piacere di presentare una bicicletta illustre ed in ottime condizioni di conservazione. Per chi fosse interessato all'acquisto, contattare Stefano; prezzo adeguato al pregio della bicicletta, non per affaristi.

Stefano Bagalini (anche su Facebook)
Mail: stefano_bagalini@yahoo.it
Cell. anche via Whatsapp: 3295881288

giovedì 28 settembre 2017

Maino 1927

Restiamo nel lontano 1927, per far cifra tonda di novant'anni al 2017, con questa finissima bicicletta da corsa Maino mod. Campionissimo! Ritrovata in condizioni di conservazione discrete ed abbastanza completa.
Restauro conservativo con cerhi in legno M. Baruzzo dell'epoca, per gomme tubolari Clément Milano.

Mozzi originali nichelati e marchiati Maino, di cui il posteriore "giroruota" con ruota libera Regina doppia 17-19 e ruota libera singola a 18 denti; grandi galletti originali marchiati Maino, una chicca! Ruote a 36 raggi

Freni a fascetta Bowden Touriste, solidi e potenti; porta-pompa a fascetta con pompa in ferro, strappachiodi artigianali:



 Corona G M A - Giovanni Maino Alessandria - e oliatore alla catena:
Telaio n. 33888, che corrisponde al 1926 circa, ma la calotta destra è marchiata 27.

sabato 23 settembre 2017

Gerbi 1927

L'estate astigiana in officina è stata calda ed artigiana, per fortuna, così che non ho avuto tempo di pubblicare le tante fotografie che gentilmente mi avete inviato: cercherò di recuperare un po' alla volta, nelle prossime settimane! Per uscire dal silenzio, vi presento questo biciclettone corsaiolo Gerbi del 1927 di taglia 57, ritrovato mezzo restaurato, con strati postumi di vernice ed alcune saldature di riparazione da fare, per cui è stata necessaria una riverniciatura, poi invecchiata.
Ruote 28 5/8 a 36 raggi su cerchi in ferro stretti M. Baruzzo, mozzi grandi di produzione SIAMT, di cui il posteriore "giroruota", freni Bowden a fascetta, manubrio e leve in ferro, sella Brooks, gomme Clément Milano. Vista dal vivo, la forcella pare dritta ed i foderi in dima sono perfettamente paralleli, ma la vista in fotografia suggerisce che sia ancora necessario un lieve raddrizzamento del piantone...
Corona da corsa a 46 denti






Ruota libera Gerbi Asti a 20 denti
Ruota libera doppia BSA a 17-19 denti, con oliatore a lancetta